Amministrative 2019 – Insieme per il Futuro di Braone

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
  •  

Elezioni Amministrative Comunali 26 Maggio 2019
Lista Civica: Insieme per il Futuro di Braone

Candidato Sindaco

REBUFFONI MARIA FLAVIA, nata a Breno (BS) il 17/01/1966 – addetta alla ristorazione

Candidati Consiglieri

BEZZI LUIGINA, nata a Breno (BS) il 09/08/1956 – insegnante
DUCOLI CHRISTIAN, nato a Breno (BS) il 03/05/1974 – direttore d’azienda
BONFADINI ADELE, nata a Braone (BS) il 11/11/1961 – dirigente d’azienda
FACCHINI ELENA, nata a Iseo (BS) il 20/11/1986 – libera professionista
FACCHINI LIVIA ANGELA, nata a Braone (BS) 22/ 04/1957 – pensionata
ISONNI DANIELE, nato a Esine (BS) il 20/02/1997 – autista di autobus
PRANDINI GABRIELE, nato a Iseo (BS) il 16/09/1980 – analista programmatore
PRANDINI ROSANNA, nata a Esine (BS) il 20/12/1993 – educatrice professionale
VITALE DOMENICO, nato a Caserta (CE) il 24/01/1975 – sottoufficiale aeronautica militare

IL NOME, IL LOGO

Insieme per il futuro di Braone: è il nome del nostro gruppo, lo abbiamo scelto per sottolineare la continuità amministrativa con chi ci ha preceduto, proiettandolo però nel futuro che è ben rappresentato dai giovani presenti in lista.
Il nostro gruppo si contraddistingue dall’assoluta novità per Braone di candidare un Sindaco donna, dalla forte presenza femminile e nasce con la convinzione che questo possa dare una spinta programmatica nuova e vigorosa a tutto il paese.
Nel logo non potevano mancare le nostre amate montagne, la Concarena e il Pizzo Badile, che caratterizzano il territorio in cui viviamo, sono l’emblema della nostra identità e rappresentano simbolicamente il punto di partenza del nostro agire.
La bandiera italiana simboleggia i valori su cui si è fondata la nostra bellissima Repubblica e a cui il nostro gruppo si ispira e dei quali vuole essere testimone: uguaglianza, legalità, trasparenza, onestà e assenza di interessi personali.
La freccia simboleggia il nostro sguardo verso il futuro di Braone, a cui tutti noi siamo proiettati, senza dimenticare la nostra storia e quella del nostro territorio.

PREMESSA: PRINCIPI, LINEE GUIDA E METODO

Insieme per il futuro di Braone si presenta a voi in continuità con un lavoro iniziato 20 anni fa.
Il programma elettorale è il risultato di un’attenta analisi della realtà del nostro paese, frutto dell’esperienza maturata dagli amministratori uscenti e dalle idee dei nuovi arrivati. Le nostre linee programmatiche hanno preso in considerazione le opinioni portate dai cittadini e saranno aperte a quelle che raccoglieremo in questo periodo, tutto questo al fine di migliorare e arricchire quanto ad oggi presentiamo.
La nostra ambizione è quella di mantenere efficienti e valorizzare i servizi esistenti e nel contempo lavorare per un Comune sempre più accogliente, vivibile, attento sia alle persone che all’ambiente.
Consapevoli del difficile contesto in cui viviamo, caratterizzato dalla continua riduzione delle entrate finanziarie disponibili e dal futuro incerto dell’assetto amministrativo, il percorso che vogliamo proporre oggi è un programma concreto e realizzabile. Il nostro operato sarà ispirato ai principi di onestà, legalità, trasparenza, condivisione e equità. Siamo convinti che la nostra storia sia garanzia che questi principi saranno per noi un costante punto di riferimento per la futura azione amministrativa.

SICUREZZA

Braone è un paese sicuro. In questi anni si è lavorato per garantire maggiore sicurezza; l’introduzione del sistema di videosorveglianza nei varchi cittadini e in punti sensibili (quali le scuole) ha permesso di monitorare i flussi di accesso e uscita dal paese.
L’aver costituito con l’Unione dei Comuni un nuovo Corpo di Polizia Locale, ha garantito una loro maggior presenza sul territorio e un più efficace operato.
In prospettiva si intende ampliare il sistema di controllo con videocamere, il posizionamento di dispositivi digitali e, per quanto possibile, una maggiore collaborazione con gli organi di Polizia, per prevenire le diverse problematiche che i nostri tempi producono.

SERVIZI SOCIALI, SERVIZI ALLA PERSONA

I Servizi Sociali, e più in generale i Servizi alla Persona, saranno al centro del nostro operato.
Le difficoltà economiche, che hanno coinvolto molte fasce della popolazione, gravano anche sui bilanci comunali, il nostro impegno sarà volto a potenziare le risposte ai bisogni dei soggetti più fragili, nessuna fascia di età esclusa: prima infanzia, adolescenti e giovani, anziani, disabili e soggetti più deboli che necessitano di particolari attenzioni.
A tal fine si continuerà a lavorare in collaborazione con l’Assistente Sociale messo a disposizione dall’Azienda Territoriale dei Servizi alla Persona.
Nei successivi punti sviluppiamo il nostro programma.

INFANZIA

L’esperienza dell’Asilo Nido, proposto dalla nostra Unione dei Comuni, si è rivelato un successo e ha portato all’apertura di una seconda sede a Losine, a cui andrà il supporto di questo gruppo, favorendone il funzionamento e, se necessario, valutandone un eventuale ampliamento.
Si continuerà, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Breno, a incrementare le attività della Scuola dell’Infanzia, raggiungendo un aumento delle iscrizioni ed evitando il rischio di chiusura della struttura.
Continuando le iniziative già in corso, come la consegna delle Pigotte e la piantumazione degli alberi dedicati ai nuovi nati, prevediamo l’attivazione di nuovi specifici servizi pensati per la prima infanzia, come la reintroduzione del Bonus Bebè, la festa di fine asilo con consegna del diploma, la proposta di creare un evento con saluto ai remigini che iniziano un nuovo percorso scolastico alla Scuola Primaria.
Al fine di incentivare la natalità vogliamo introdurre nuove agevolazioni, oltre a quelle già presenti, per promuovere la frequentazione dell’Asilo Nido e per sostenere eventuali altre spese economiche dei neogenitori, come la compartecipazione alla spesa per babysitting per le famiglie più bisognose, agevolazioni sulla retta su base ISEE.
E’ necessario il ripristino di un ambulatorio pediatrico; si metteranno in atto con gli enti preposti, tutte le iniziative propedeutiche al raggiungimento di tale obiettivo.
La scelta del tempo pieno nella Scuola Primaria è stata vincente, il cospicuo aumento di alunni ha permesso di lavorare superando il disagio delle pluriclassi e ha favorito inoltre l’inclusione di bambini fragili. Intendiamo sviluppare un percorso di continuità fra Scuola dell’Infanzia e Primaria e sostenere con le risorse economiche attività che consentano un ampliamento dell’offerta formativa (corsi di informatica, di musica, di pittura, ecc), contribuendo così ad elevare la qualità dei servizi offerti dalla scuola pubblica.

ADOLESCENTI E GIOVANI

Consapevoli della criticità dell’età adolescenziale, il nostro gruppo intende continuare l’attività già intrapresa di ascolto, discussione e formazione con la psicologa e con gli educatori professionali rivolta a tutti i ragazzi.
Troviamo importante coinvolgere i giovani in iniziative dirette, come la gestione del Grest estivo, al fine di responsabilizzarli nelle attività di volontariato e supportare le associazioni sportive del territorio, per favorire un numero adeguato di corsi che vadano incontro alle loro attività.
A tal fine perseguiremo, con tenacia, la creazione di una Commissione giovani, composta da ragazzi dai 14 ai 25 anni, con l’intento di avere un giusto interlocutore con cui l’Amministrazione potrà confrontarsi.
Abbiamo intenzione di istituire il 2 giugno il Battesimo della Cittadinanza al compimento del diciottesimo anno di età, inteso come simbolo dei diritti e doveri acquisiti donando una copia della Costituzione italiana.

ANZIANI

La loro esperienza, la loro storia, le loro energie, sono risorse fondamentali per il futuro del nostro paese: non vi è futuro per una società che non rispetta i propri anziani.
Bisognerà impegnarsi molto per la tenuta ed il miglioramento dei servizi a favore degli anziani, anche tramite il sostegno economico, e non solo, alle associazioni del territorio; la nostra sensibilità e il nostro impegno verranno indirizzati soprattutto nei confronti degli anziani soli, di quelli ammalati ed in generale delle persone portatrici di handicap. Tutto questo continuando a migliorare i servizi già offerti, compreso il servizio infermieristico gratuito per gli stessi.
Dovremo continuare ad essere presenti ed attenti nelle sedi istituzionali (Comunità Montana, ASST di Vallecamonica) con la consapevolezza che i piccoli Comuni da soli possono fare ben poco.
Si cercherà di organizzare anche con la collaborazione del Centro Amicizia Auser, nuove attività per gli anziani magari con l’impiego di animatori ed esperti specializzati (corsi di ginnastica, conferenze informative con tema a carattere socio-sanitario). Si potrebbe pensare ad un servizio di trasporto individuale o collettivo in particolare per accompagnare gli anziani soli o che ne hanno bisogno per visite, spese, ecc.
Avremmo l’obiettivo, appoggiandoci all’esperienza della Scuola Primaria, di introdurre il servizio dei pasti a domicilio per gli anziani che ne manifestassero l’esigenza, creando inoltre la possibilità per chi lo ritenesse importante, di pranzare presso la mensa della scuola, creando così momenti di convivialità tra bambini e anziani.
Sempre in stretta collaborazione con il Centro Amicizia Auser, l’Amministrazione comunale ha fatto degli interventi sull’immobile, concesso in comodato gratuito, volti a consentire un miglior soggiorno e lo svolgimento delle varie attività.
In sostanza ci piacerebbe aiutare gli anziani, che lo desiderino, a passare giorni più attivi, più sereni ed in società, cercando anche di creare delle sinergie con le nuove generazioni, perché una Comunità può crescere se i suoi componenti vi partecipano con generosità ed altruismo.

FISCALITÀ

Come fatto in questi anni si eviterà di aumentare le aliquote di tasse, come l’IMU, la TASI, si eviterà di introdurre l’addizionale comunale IRPEF tentando di ovviare ai tagli sui trasferimenti statali con nuove entrate, come ad esempio con impianti di energie alternative. Abbiamo intenzione di moltiplicare gli sforzi per agevolare chi più ne ha bisogno, nel segno dell’equità e della solidarietà.

ISTRUZIONE – CULTURA

Il futuro di Braone e della società in generale, è rappresentato dalle nuove generazioni ed è in quest’ottica che riteniamo di notevole importanza favorire, con tutti i mezzi a nostra disposizione, l’istruzione, la formazione e la conoscenza volte a far crescere dei cittadini consapevoli.

SCUOLA E DIRITTO ALLO STUDIO

Sarà una delle nostre priorità investire nelle attività di Diritto allo studio: agevolare in base al certificato ISEE la retta della mensa e del trasporto per Scuola Infanzia e Primaria, contribuire, in funzione del reddito, all’acquisto e alle spese di trasporto per la secondaria di primo grado e superiori, riconoscere con premi di merito scolastico e premi per i neo-laureati.
Fiore all’occhiello di questi ultimi anni per la Scuola Primaria è stata la creazione dell’associazione della Compagnia Genitori Scuola Braone (Co.Ge.S.Bra), che ha rilanciato i servizi offerti agli studenti: mensa e tempo prolungato. Il nostro gruppo intende sostenere, nei limiti del possibile le iniziative poste in essere e quelle che si svilupperanno nei prossimi anni.
Consci della criticità nell’anno scolastico 2018-2019 legata al trasporto dello scuolabus relativo alla Scuola Infanzia e Primaria, ci proponiamo di trovare soluzioni condivise con i genitori degli alunni e consideriamo sin da ora l’introduzione di eventuali soluzioni alternative come il carpooling e il piedibus.

BIBLIOTECA

Forte impegno sarà rivolto alla promozione della lettura, con un occhio di riguardo per i più piccoli; è nostra intenzione aumentare gli investimenti sia nell’acquisto costante di nuovi libri che in altri progetti dove, in condivisione con gli utenti, lo riterremo più efficace o necessario. Sicuramente appoggeremo e sproneremo l’Unione dei Comuni per la realizzazione di nuove iniziative, come la presentazione di libri ed altri eventi culturali, puntando soprattutto sugli autori camuni.

CULTURA

Il luogo in cui viviamo è il nostro patrimonio più importante: il custode della tradizione, dei valori e delle abilità artigiane del passato. Per questo motivo, il nostro impegno sarà quello di creare un ecomuseo per rappresentare Braone e i suoi abitanti, a partire dalla cultura, dall’ambiente e da ciò che si è ereditato da chi ha contribuito alla sua creazione; uno strumento pensato per poter studiare, conservare e valorizzare la memoria delle nostre tradizioni, ma anche e soprattutto per avere cura del nostro territorio.
Continua attenzione verrà posta al progetto proposto dalla Comunità Montana “La memoria delle pietre”, che nell’ultimo anno ha già visto la realizzazione di un’installazione in località Negola che ha riacceso l’attenzione sulle nostre cave.
Continueremo a partecipare, come Amministrazione, all’evento di Del Bene e del Bello che si svolgerà come ogni anno ad Ottobre.
Sosterremo le iniziative meritevoli avanzate dalle commissioni, dalle associazioni e dai singoli cittadini per eventi culturali e/o aggregativi.

TURISMO E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

Riteniamo auspicabile per il nostro paese la creazione di strutture ricettive, che possano favorire un flusso costante di turismo sostenibile, Bed & Breakfast e Affittacamere, anche con bandi per contributi su ristrutturazione vincolata a ricettività, con la collaborazione di comuni limitrofi dove sono già attivate queste iniziative, convinti che possa essere la strada per un accrescimento sociale e culturale e una fonte di integrazione al reddito. Ci impegniamo a valorizzare il patrimonio paesaggistico e architettonico di Braone: La Via della Pietra, il recupero dei portali e delle corti, la valorizzazione e manutenzione del sentiero fluviale, realizzando anche un ponte ciclopedonale che colleghi zona Gisole con la ciclabile posta nell’area di Cerveno.
Tutto quanto precedentemente elencato è finalizzato alla realizzazione di un ecomuseo diffuso, vero punto di partenza per sviluppare una valida proposta alle richieste del turismo.

MONTAGNA, AMBIENTE E SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO

Consapevoli che la montagna, e più in generale l’ambiente naturale, sia la più importante risorsa del nostro paese, riteniamo essenziale effettuare continui investimenti per la salvaguardia del nostro territorio.

MONTAGNA E TERRITORIO

Nell’ottica di una costante valorizzazione del territorio si continuerà con la manutenzione della Via della Pietra, soprattutto per ciò che riguarda il tratto della Braone-Servil-Piazze;in tal senso saranno ingenti gli investimenti lungo la Viabilità Agro-Silvo-Pastorale (VASP).
E’ nostra intenzione realizzare un parcheggio e una zona pic-nic coperta, nelle vicinanze della chiesetta degli Alpini in località Piazze, su terreni privati con progettualità da condividere con gli Enti superiori e con i proprietari stessi.
Continua attenzione sarà data alle manutenzioni straordinarie e alle riqualificazioni del Rifugio Prandini e delle malghe. Per quanto riguarda il Rifugio Prandini riteniamo opportuno potenziare il sistema di gestione in stretta collaborazione con il Gruppo Alpini.
Sarà continua la nostra attenzione verso il torrente Palobbia: oltre ai lavori di messa in sicurezza del suo alveo per il tratto in località Foppe che termineranno entro fine 2019, opereremo con manutenzioni straordinarie nei tratti adiacenti al paese.

SERVIZI COMUNALI

Per quanto riguarda la recente introduzione della TARIP è nostra intenzione valutare attentamente l’evolversi di questo nuovo sistema di tariffazione, per garantirne un’applicazione il più corretta ed equa possibile. Potenzieremo gli sforzi per contrastare il triste fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, purtroppo presente anche se in forma contenuta, nel nostro territorio.
L’intero sistema del ciclo idrico integrato ha sicuramente bisogno di un miglioramento del servizio per evitare le problematiche note sul nostro acquedotto e per garantire servizi efficienti come i nostri cittadini meritano. In tal senso, è nostra intenzione, qualora vi siano i presupposti per una tariffa camuna calmierata, affidare il servizio di gestione del ciclo idrico integrato alla società pubblica Servizi Idrici di Valle Camonica.
La manutenzione del territorio è un aspetto che interessa molto i cittadini e sul quale noi come amministratori intendiamo prestare la dovuta attenzione, evitando sprechi ma non lesinando dove lo si riterrà necessario.

EDILIZIA PRIVATA

In un periodo di crisi economica che vede anche il mondo dell’edilizia in stallo, crediamo che le scelte amministrative possano in qualche modo orientare e incentivare gli interventi edilizi.
È quindi intenzione di questo gruppo, aggiornare gli strumenti di pianificazione urbanistica con lo scopo di migliorare il Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) in modo tale da avere uno strumento urbanistico trasparente, con regole certe, chiare e di facile applicazione sia per i cittadini, che per gli operatori del settore. La nostra intenzione è porre l’attenzione al contenimento dell’uso del suolo e valorizzare il patrimonio esistente, attualmente dismesso o sottoutilizzato, anche attraverso la messa a disposizione di incentivi adeguati e mirati.

ASSOCIAZIONI E PARTECIPAZIONE POPOLARE

Sul territorio di Braone sono presenti diverse associazioni al quale deve andare un ringraziamento per l’impegno, la dedizione e le numerosissime ore di volontariato che hanno profuso per il bene del paese. Come non ricordare l’attività svolta dai volontari del nostro gruppo di Protezione Civile e antincendio boschivo, il Gruppo Alpini che gestisce il Rifugio Prandini, il Centro Amicizia AUSER che opera a stretto contatto con le persone anziane e non solo, il coro Tesoretto, il comitato di gestione della Sala giovani, l’AVIS, l’ASD, la Co.Ge.S.Bra, la Pro Loco, il gruppo pescatori e cacciatori e comunque tutte le altre realtà di cui la comunità e quindi il Comune ha bisogno.
Riteniamo che queste organizzazioni sociali meritino ciascuna sostegno in quanto sono un beneficio per il cittadino, creano costante relazione fra le persone e danno un grande contributo alla vita del paese. Pensiamo sia importante che abbiano una sede dignitosa in cui trovarsi e, per questo motivo, vogliamo creare una Casa delle Associazioni, acquistando un vecchio immobile fra i tanti in vendita, ristrutturandolo e facendone concessione gratuita ai gruppi associativi presenti sul territorio.
Riteniamo doveroso ripristinare le commissioni di partecipazione popolare affinché ognuno possa sentirsi ed essere protagonista delle scelte che riguardano sé e la propria comunità. È nostra intenzione, ad esempio, costituire un gruppo di lavoro per il bilancio partecipato che permetta a chi è interessato di conoscerne i meccanismi e influenzarne la sua compilazione.
Per informare e tenere aggiornata la popolazione, sulle iniziative e scelte dell’Amministrazione Comunale, realizzeremo un periodico informativo.

SPORT E TEMPO LIBERO

Lo sport per noi rappresenta un importante fattore per la crescita dei più giovani e ha un forte senso di aggregazione, valori importanti per un piccolo paese come il nostro.
In questi anni è stata riorganizzata l’ A.S.D. di Braone, con un intervento diretto visto il rischio di scioglimento, si è firmata con il nuovo direttivo una convenzione e sono stati fatti investimenti in condivisione con l’associazione per l’acquisto di materiale sportivo, che ne ha rilanciato le attività. Visto il percorso positivo costruito, intendiamo proseguire la collaborazione con l’A.S.D. e con tutte le altre realtà che avanzeranno proposte concrete per ampliare l’offerta verso la cittadinanza.
Consci della limitatezza delle infrastrutture, si faranno interventi sulla piattaforma polivalente per evitarne il degrado e favorirne un utilizzo migliore.
Si rinnoverà la convenzione per gli Skipass invernali, valida per i minori di 16 anni, utilizzabili in tutti gli impianti presenti in Valle.
Vogliamo formare la commissione sport con persone che diano un contributo concreto per realizzare nuove iniziative ripristinando ad esempio la nota gara podistica della Braone-Piazze a suo tempo sospesa per i noti problemi della viabilità Ceto-Valpaghera.

COOPERAZIONE INTERCOMUNALE

Diventa sempre più essenziale la cooperazione intercomunale e l’attuale assetto della nostra Unione dei Comuni, buona base di partenza che ha agevolato il nostro comune in questi anni, deve essere rivista soprattutto in un’ottica di riorganizzazione dell’assetto amministrativo, creando sempre più uffici unici condivisi, come quelli già funzionanti di polizia locale e dei tributi.
Il disegno del legislatore negli ultimi anni è piuttosto chiaro: nonostante non lo si stia scrivendo nero su bianco propende a forzare i comuni più piccoli alla fusione. Per non arrivare impreparati ad eventuali scelte imposte dall’alto, riteniamo necessario avviare un serio studio a riguardo.

LAVORO

Un comune come il nostro da solo ha poche possibilità per agevolare la creazione di nuovi posti di lavoro, ma può spingere gli enti comprensoriali, dalla Comunità Montana al Bim e alla Regione, alla realizzazione di progetti concreti per la crescita occupazionale in Media Valle Camonica ed essere partecipe all’ideazione di nuove strade da intraprendere per il nostro territorio, come la riconversione di siti abbandonati: ex NK ed ex Habitat Legno.
Vista la stringente preoccupazione per l’area ex Habitat Legno, il comune all’interno dei suoi limiti e competenze, valuterà tutte le proposte che verranno avanzate, favorendo la creazione di comitati cittadini per la massima trasparenza, legalità e compatibilità ambientale.
Entro fine estate verrà approvato dall’Unione dei Comuni il progetto definitivo per il parco tematico sito a Capo di Ponte, utilizzando fondi condivisi dei cinque paesi e sarà compito della futura amministrazione vigilare e verificare la buona realizzazione dell’opera, affinché possa tradursi per una crescita turistica ed occupazionale anche per Braone.

OPERE PUBBLICHE

Il programma delle opere pubbliche che la lista Insieme per il futuro di Braone ha intenzione di proporre è in continuità con le opere progettate e avviate dall’Amministrazione in carica, in quanto si ritiene compito di una buona Amministrazione mantenere in efficienza il patrimonio che già possiede. Sarà nostro impegno continuare a operare sulla necessaria manutenzione ordinaria e straordinaria che riguarda le strade di montagna e le malghe.
Il nostro gruppo tenterà di rendere maggiormente fruibile e sicuro il nostro territorio, ampliando la rete di marciapiedi già presenti, completando il tratto verso Niardo, promuovendo la possibilità di realizzare il tratto verso Ceto oltre ad un tratto ciclopedonale in via Provinciale ipotizzandone anche l’illuminazione.
È inoltre nostra intenzione effettuare la sistemazione del parcheggio della zona di Brendibusio e la messa in sicurezza del passaggio pedonale sul torrente Cobello, oltre al reperimento di ulteriori parcheggi nelle zone carenti del paese come in via Sommavilla e in Via Dossi nelle aree già individuate nel PGT.
Si continuerà l’opera di rifacimento della pavimentazione nel centro storico, come in Via Sommavilla e Sant’Antonio, per rendere il nostro paese ancora più piacevole da visitare e percorrere.
Si darà corso al progetto per la realizzazione di un ponte ciclopedonale sul fiume Oglio che collegherà Braone alla pista ciclabile della Valle Camonica.

Abbiamo cercato di riassumere e spiegare alcune delle iniziative e degli interventi di cui il nostro paese ha bisogno; altre se ne potranno aggiungere in relazione alle esigenze che i cittadini esprimeranno.
Le difficoltà certamente non mancheranno, per questo sarà indispensabile la partecipazione di una comunità che si senta tale.
I punti fermi della nostra azione amministrativa saranno sempre e comunque: nessuna ambiguità, nessun sotterfugio, apertura, chiarezza, trasparenza e onestà.

I candidati della lista “Insieme per il futuro di Braone”

Summary
Insieme per il Futuro di Braone
Article Name
Insieme per il Futuro di Braone
Description
Elezioni Amministrative 2019 - Lista Civica Insieme per il Futuro di Braone

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.