Amministrative 2014: Insieme Per Braone

contrassegnolq

Dopo 5 anni di lavoro, è arrivato il momento di scegliere se continuare a mettersi a disposizione per il proprio paese. Ovviamente non parlo solo per me, ma per tutte le persone che assieme a me hanno guidato questo nostro piccolo Comune per questi cinque anni. Ognuno ha fatto le proprie valutazioni, in molti, dopo decine di anni a servizio di questa comunità, hanno preferito lasciare spazio a nuove energie. Così, con l’appoggio di tutto il gruppo “politico” che da anni amministra il Comune di Braone, abbiamo costituito un nuovo gruppo di lavoro che si presenterà alla popolazione per le elezioni amministrative il 25 Maggio 2014.

Abbiamo scelto di aprire il gruppo a nuove energie, guardando senza preconcetti (e dimenticando, o meglio, mettendo in secondo piano eventuali problemi passati) a tutto il nostro paese. Ne è nata una lista ampiamente rinnovata. Le difficoltà nel costituire questa lista sono state notevoli, in primis le incertezze normative che sino agli ultimi giorni lasciavano impossibile determinare il numero dei consiglieri che il Comune avrebbe avuto (zero assessori e 6 consiglieri come prevedeva la legge del 2011, oppure 10 consiglieri e due assessori come avrebbe previsto il Disegno Di Legge Delrio divenuto legge il 7 aprile 2014?) e purtroppo la scarsa disponibilità di molti nell’impegnarsi per la “cosa pubblica”.

Probabilmente queste difficoltà sono la principale motivazione per cui molti comuni in Italia (ben 5, anche se di fatto 7, in Vallecamonica) si presentano con una sola lista candidata per le prossime amministrative. E tra questi Comuni c’è pure Braone: solo una lista, la nostra, è candidata. La ritengo una cosa non positiva per il nostro Comune: significa che in pochi si interessano del nostro Paese? Che oramai c’è un distaccamento ottale tra la popolazione e la politica? Possiamo vedere in questo un inequivocabile segno che i piccoli comuni devono iniziare a pensare alle fusioni?
Non lo so, ma il “correre da soli” non lo trovo positivo. Certo, qualcuno mi suggerisce che forse tra le motivazioni che hanno portato alcuni comuni ad avere una sola lista, in particolare quando la lista proposta è in continuità con l’amministrazione attualmente governante è che si è amministrato bene e quindi si pensa troppo remota la possibilità di vittoria per una lista nuova che si vorrebbe, eventualmente, proporre. Non lo so, è bello pensare che sia così… ma credo che le difficoltà nell’amministrare i piccoli comuni sono la causa principale di una disaffezione così evidente verso le future elezioni.

Comunque sia, eccoci qui: mi ripropongo come candidato Sindaco per il futuro mandato 2014-2019 assieme a 10 persone davvero in gamba:

Insieme Per Braone: nuove energie per il nostro comune

Lista Insieme Per Braone

 

BRAONE, UNO SGUARDO AL FUTURO PER UN COMUNE PIÙ BELLO, PIÙ SOLIDALE E PIÙ CORAGGIOSO

Dopo cinque anni intensi, dove sono state affrontate e superate le diverse problematiche presentatesi, ci prepariamo alle vecchie e nuove sfide con una maggiore esperienza e consci dei risultati ottenuti. Il nostro gruppo si presenta ampiamente rinnovato, confermando con convinzione e in continuità con l’Amministrazione precedente i punti cardine che ci hanno contraddistinti, con valori di: onestà, legalità, trasparenza, bene comune, impegno, coerenza, serietà e negando logiche personalistiche. Il nostro progetto “Insieme per Braone”, sarà un impegno per costruire le condizioni di sviluppo della comunità che vogliamo, dando importanza ai seguenti punti.

Servizi Sociali: il miglioramento della qualità della vita dei cittadini si percepisce nella misura in cui si offrono servizi di valore, in un giusto rapporto tra bisogni e risorse messe a disposizione. In questo contesto il nostro gruppo vuole impegnarsi cercando di favorire le persone che maggiormente risentono dei disagi, continuando a rivolgere l’attenzione verso le nuove povertà, le persone fragili, gli anziani e i disabili portando avanti i progetti già attivi come la “Spesa Solidale”, sviluppando tutti gli interventi necessari al fine di soddisfare, nel miglior modo possibile, le esigenze che possono nascere dal territorio. Saremo sensibili alle necessità e alle richieste dei giovani, per poterne interpretare desideri e aspirazioni al fine di attivare progetti a loro dedicati.

Scuola: sulla spinta dei rinnovamenti attuati al complesso scolastico negli ultimi anni, l’impegno è quello di garantire un servizio sempre migliore, operando anche in cooperazione intercomunale. Continueranno gli investimenti per migliorare le strutture presenti nel paese.

Cultura: incoraggiati dall’ottimo risultato del Sistema Bibliotecario di Valle Camonica continueremo l’investimento e il potenziamento della nostra biblioteca, promuovendo anche iniziative culturali di ogni genere. Tra le proposte vi è la creazione di un ecomuseo, un percorso all’interno del Paese volto alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale e architettonico (portali, fontane e corti).

Montagna: per salvaguardare e valorizzare l’ambiente montano sono previste opere di manutenzione boschiva, riqualificazione e sistemazione di sentieri e strade agro-silvo-pastorali, ad esempio il completamento del tratto Beer-Negola, e la valorizzazione della “Via della Pietra”. Riteniamo particolarmente importante investire fondi e risorse nel Rifugio Prandini con opere che ne sviluppino la potenzialità, finalizzata ad una migliore ricettività.

Collaborazione con Associazioni, Giovani e Cittadini: riteniamo estremamente importante il contributo che il volontariato può portare a un piccolo comune come il nostro; per questo intendiamo favorire e supportare sia il volontariato del singolo cittadino che la nascita di associazioni che possano unire l’interesse di più paesi, come una Pro Loco dell’Unione dei Comuni cui facciamo parte, o altre forme di associazionismo che possano coinvolgere anche risorse esterne al nostro paese. Intendiamo sviluppare nuovi metodi di informazione verso il cittadino, per favorire la collaborazione e aprendoci alla totale trasparenza.

Cooperazione Intercomunale: l’Unione dei Comuni si sta rivelando un’ottima scelta e crediamo che sia la giusta strada per risolvere una pressione sempre maggiore sulle piccole realtà locali, fornire migliori servizi al cittadino e proporre progetti ad ampio spettro altrimenti impossibili.

Sport e tempo libero: crediamo sia necessario favorire e supportare le associazioni sportive presenti sul territorio anche tramite il ripensamento e la valorizzazione del complesso sportivo. A tal fine si ipotizza la riconversione dell’attuale campo bocce in una struttura polifunzionale.

Ambiente: è necessario intraprendere una migliore gestione dei rifiuti, anche con l’introduzione del porta a porta totale, attuando campagne di sensibilizzazione della cittadinanza alla raccolta differenziata. Sempre nell’ottica di attenzione all’ambiente si punterà ad una riqualificazione energetica degli edifici comunali e del sistema di illuminazione pubblica, che punti ad un risparmio economico e ad un minor impatto ambientale.

Fiscalità ed opere pubbliche: nel corso del mandato amministrativo appena concluso, la costante ed attenta gestione delle voci di entrata e la verifica puntuale di ogni singola voce di spesa, hanno consentito di chiudere il bilancio con un ottimo avanzo di amministrazione. Il positivo risultato è stato raggiunto riuscendo a contenere l’impatto dell’introduzione forzata di nuove tasse da parte dello Stato , nonostante i tagli dei finanziamenti statali ai Comuni, che hanno ridotto le limitate risorse di Braone aumentando al contempo i compiti e funzioni dell’amministrazione. Il nostro obiettivo è di continuare su questa strada, senza aggravare la pressione fiscale sui cittadini. Per quanto riguarda le opere pubbliche, oltre quelle già citate, si desidera completare quei lavori che sono già stati avviati o progettati, come il recupero del centro storico e i marciapiedi intercomunali verso Niardo e verso Ceto. Si propone inoltre la realizzazione di nuovi parcheggi in via Dossi e via Sommavilla, la sistemazione del parcheggio del “Parco Palobbia”, la Videosorveglianza in alcune zone sensibili del paese, messa in sicurezza di via Nazionale, WiFi Comunale per la diffusione dell’accesso a internet, aggiunta di arredo urbano (compreso il ripensamento anche di zona a verde) per migliorare la fruizione e l’estetica del nostro paese.

Il programma da noi indicato “Insieme per Braone” è la visione del Paese che ci proponiamo di realizzare, diventando la voce della comunità di Braone, dove tutti hanno legittimità per poter crescere insieme e in cui auspichiamo il coinvolgimento e il supporto di tutti i cittadini.

Scrivi un commento